domenica 10 settembre 2017

Trentino Alto Adige : ingannevole la pubblicità turistica della regione






Gli amministratori, e almeno in quota parte la popolazione, del Trentino Alto Adige confermano di avere un'idea alquanto sconcertante dell'amore e del rispetto per la natura.
L'idilliaca pubblicità turistica della regione (https://www.visittrentino.info/it/articoli/natura-benessere/parchi-aree-protette/bramito-del-cervo che in questi giorni appare sulle pagine dei principali quotidiani nazionali non deve trarre in inganno.
Infatti il Trentino ha dato chiara dimostrazione della locale interpretazione del concetto di tutela del patrimonio faunistico : singolare e brutale la declinazione della relazione con gli animali, anche se protetti, che si esplicita a fucilate.
E, mentre plaude alla decisione della Provincia di Bolzano di abbandonare i progetti Ue di ripopolamento, sfrutta la presenza della fauna selvatica per il richiamo turistico.
Esemplificando come per larga parte del genere umano la natura, animali in primis, godano di considerazione esclusivamente quando funzionali alla realizzazione di profitto finanziario mentre sono destinati ad essere eliminati con modalità cruente non appena manifestano la loro indole o viene meno la possibilità di sfruttamento economico.
Il buon gusto, se non riesce il buon senso, suggerirebbe minor ipocrisia anche in merito al fatto che, nonostante i maldestri tentativi di riscattare una sensibilità animalista, il Trentino sarà da molti ricordato non come la terra delle storie d'amore dei cervi, ma quella in cui le orse con cuccioli vengono immotivatamente trucidate.







Post Argomenti correlati Ecosostenibilità ed ambiente :


Uno sviluppo autenticamente sostenibile

La responsabilità della bellezza

Coniugare architettura ed ecologia

Bioarchitettura e non

Il prezzo della carne : l’Oms definisce cancerogena quella lavorata

Un consumo più consapevole

Push-pull” la tecnica colturale per la protezione delle piante senza pesticidi ed Ogm

Felini, arte e moda nell’esposizione alla GAM di Milano

Energia elettrica dai pomodori : l’energia pulita ed alternativa dagli scarti agroalimentari

Nuova guerra alle nutrie : crudele ed inutile sterminio

L’affare del bracconaggio e del commercio illegale di specie rare

Ttip e le novità insidiose contenute nella bozza di accordo commerciale tra Unione Europea e Stati Uniti

Contro L’abbattimento delle volpi ( e dalla loro parte)

La campagna nazionale contro i lupi di Coldiretti

Olio di palma : l’uso occulto negli esercizi artigianali


Studi europei ed americano confermano il ruolo protettivo dall’asma svolto dalla presenza degli di animali

Non è un Paese per gli orsi : un altro plantigrado trovato morto in Trentino

La svolta vegetariana del ministro dell'Ambiente tedesco

Turismo venatorio, “canned hunting” ed industria del leone : tre aspetti di un fenomeno che minaccia una specie a rischi

Le scelte ambientali e verso il mondo animale di Donald Trump

Piano per la conservazione e gestione del lupo : via libera "tecnico" alla bozza che prevede l'abbattimento controllato

Il Trentino terra fatale per gli orsi : uccisa anche KJ2

Il lupo italiano e gli ibridi lupo-cane : una perigliosa esistenza

Non c'è pace per il lupo ( il Piano per la conservazione e gestione ne prevede l'abbattimento )

Morte di un leone : Xanda, come suo padre Cecil, è stato freddato da un cacciatore


sabato 19 agosto 2017

L'assurda morte dell'orsa KJ2 e il destino segnato dei suoi cuccioli

Non era stato reso noto, ma KJ2 aveva due cuccioli. Che probabilmente, come per quelli di Daniza, hanno visto la madre morire e come loro sono scappati terrorizzati. Destinati a soccombere di stenti aumentando il numero delle vittime di questa sconsiderata caccia all'orsa.
Le " aggressioni " di KJ2 hanno quindi una spiegazuione ( in entrambi gli episodi aveva piccoli ) dal momento che è facilmente comprensibile la reazione dell'orsa per difendere i suoi cuccioli.
A lei non è stato perdonato : uccisa con un proiettile da caccia grossa appena si è avventurata, spinta dalla fame, fuori dal bosco dove era rimasta, a causa delle piogge, per una settimana in tana con i piccoli.
Il parallelismo con Daniza risulta, purtroppo, perfetto.
Nella vicenda si intrecciano interessi di altra natura, incompetenza in una materia così delicata come quella dell' amministrazione degli animali selvatici e l'obsoleta presunzione di superiorità umana.
Il principio che la vita animale valga molto meno di quella umana porta ad infliggere alle altre creature forme di violenze che non tolleremmo per la nostra specie.
Antiquato paradigma che ha motivato, e continua a giustificare, sopraffazione, sfruttamento e schiavitù verso qualsiasi essere sia riconosciuto come diverso. Si impone la scelta tra il superamento di tale preconcetto, con il conseguente riconoscimento dei diritti e di un benessere condiviso, o una sterile solitudine.
Caso in cui, dopo aver sterminato qualunque altra forma di esistenza, sarebbe obbligatorio rinunciare definitivamente a proporre scriteriati ed ipocriti programmi di ripopolamento.

per APPROFONDIMENTI






Post Argomenti correlati Etica e Diritti degli animali :


Bracconaggio e commercio di avorio : condanna storica in Tanzania

Uno sviluppo autenticamente sostenibile

L’incendio del Rifugio Italia di Andrea Cisternino in Ucraina

Soggetti di diritto

Emozioni o il sentimento animale

I diritti degli scimpanzé : la decisione a un giudice di New York

Diritti delle persone, diritti degli animali” conferenza su un tema importante

Il diritto di soggiorno degli animali negli ospedali

I diritti degli animali nella formazione universitaria

Le pratiche violente della produzione della lana negli allevamenti intensivi

Normativa sulla sperimentazione animale : il richiamo dell’Unione Europea all’Italia

Contro L’abbattimento delle volpi ( e dalla loro parte)

Non punibilità dei reati contro gli animali e depenalizzazione della caccia alle specie protette : sviste pericolose

Il business della violenza e del maltrattamento degli animali : dai combattimenti al traffico di cuccioli alle corse clandestine, un affare per criminalità ed individui senza scrupoli

Silver gatto speciale per intelligenza libertà ed autonomia

L’industria dei levrieri da corsa

Il finanziamento di AFM-Tèlèthon alla sperimentazione sui cani

Essere animali in Giappone : tra devozione e crudeltà

Allevamento animali da pelliccia : confermati il divieti in Olanda e in Croazia

Il diritto e i reati ai danni degli animali

Rinviata l'approvazione del Piano per la conservazione e gestione del lupo

Anche gli assessori lo fanno ( abbandonare i cani )

Il riconoscimento della scimpanzè Cecilia come "soggetto non umano" nel rapporto animali-diritto

Carne di cane a Bali : un massacro celato

"Toro embolado" , ancora una vittima della tradizione spagnola