venerdì 21 aprile 2017

Il diritto e i reati ai danni degli animali



L'ennesimo caso di crudeltà nei confronti degli animali è all'origine della denuncia della LAV presentata ai Nas dei Carabinieri per le inidonee condizioni di trasporto e le violenze sui vitelli esercitate in un macello in provincia di Frosinone. Abusi efferati a cui sono sottoposti i piccoli documentati da filmati ripresi in anonimato ed allegati all'esposto.
La querela individua una serie di reati che vanno dalla infrazione della normativa relativa al trasporto degli animali al maltrattamento degli stessi.
Il crimine di maltrattamento può infatti essere applicato anche agli animali "da reddito" come stabilito dalla Suprema Corte di Cassazione con la sentenza n. 16497 del 2013 e come affermato da altre analoghe sentenze emesse in materia ( l'ultima condanna riguarda i soggetti, veterinario, titolare ed alcuni operatori, coinvolti nel caso Italcarni ).
Mentre la Corte di Cassazione, terza sezione penale, ha stabilito con la sentenza n. 10009/2017 ( in merito alla vicenda di una donna che deteneva 25 gatti selvatici ed un cavallo all'interno di un locale chiuso concesso in comodato d'uso ) che il reato di abbandono di animali ( detenzione di animali in condizioni incompatibili con la loro natura e produttive di gravi sofferenze ) comprende anche le sofferenze psichiche non solo quelle fisiche. La costrizione di un animale in condizioni contrarie alla sua natura costituisce un illecito punibile in quanto tale.
Infatti " Ai fini dell'integrazione del reato in esame non è necessario che l'animale riporti una lesione all'integrità fisica, potendo la sofferenza consistere anche soltanto in meri patimenti, la cui inflizione sia non necessaria in rapporto alle esigenze della custodia e dell'allevamento dello stesso".



Post Argomenti correlati Etica e Diritti degli animali :


Bracconaggio e commercio di avorio : condanna storica in Tanzania

Uno sviluppo autenticamente sostenibile

L’incendio del Rifugio Italia di Andrea Cisternino in Ucraina

Soggetti di diritto

Emozioni o il sentimento animale

I diritti degli scimpanzé : la decisione a un giudice di New York

Diritti delle persone, diritti degli animali” conferenza su un tema importante

Il diritto di soggiorno degli animali negli ospedali

I diritti degli animali nella formazione universitaria

Le pratiche violente della produzione della lana negli allevamenti intensivi

Normativa sulla sperimentazione animale : il richiamo dell’Unione Europea all’Italia

Contro L’abbattimento delle volpi ( e dalla loro parte)

Non punibilità dei reati contro gli animali e depenalizzazione della caccia alle specie protette : sviste pericolose

Il business della violenza e del maltrattamento degli animali : dai combattimenti al traffico di cuccioli alle corse clandestine, un affare per criminalità ed individui senza scrupoli

Silver gatto speciale per intelligenza libertà ed autonomia

L’industria dei levrieri da corsa

Il finanziamento di AFM-Tèlèthon alla sperimentazione sui cani

Essere animali in Giappone : tra devozione e crudeltà

Allevamento animali da pelliccia : confermati il divieti in Olanda e in Croazia

Rinviata l'approvazione del Piano per la conservazione e gestione del lupo



venerdì 14 aprile 2017

Mandria in fuga

Altre mucche ribelli sono in provincia di Genova. Un gruppo di bovini si aggira libero tra Masone e la frazione Giutte di Mele ormai da qualche anno.
Da quando, alla fine del 2010, sequestrati a un allevatore di Mele in seguito ad un'inchiesta della Procura, alcuni capi di bestiame riescono a fuggire al disposto trasferimento in una stalla /mattatoio in Lombardia.
Sopravvissuti ed adattatisi allo stato brado si sono riprodotti arrivando dai 5 capi iniziali a poco più di una decina di esemplari tra cui due tori otto mucche ed alcuni vitelli. La mandria risulta pressochè invisibile : guidata da un saggio maschio si muove di notte in cerca di cibo e si rintana nella boscaglia durante il giorno.
Ma la popolazione locale non la gradisce accusandola di danneggiamenti ad orti e colture e di rappresentare un pericolo per la pubblica incolumità ( non vi sono mai stati episodi di aggressione, i bovini in sporadici rarissimi pochissimi casi si sono semplicemente trovati sul percorso di escursionisti e ciclisti in mountain-bike e di una ragazzina che alle 6 di mattina si recava alla fermata del pullman per Genova). Ne sono conseguite ordinanze di abbattimento degli animali emesse dalla Procura, dal sindaco di Masone e dal primo cittadino di Mele. Con l'apertura di una caccia alla mucca che per anni non ha avuto esito dal momento che gli animali, condotti dall'avveduto toro più anziano, risultano imprendibili.
Fino al recente uso di droni da parte di agenti dell'ex Polizia provinciale che ha portato all'uccisione di due tori.
Ma le " vacche ribelli " della valle Stura hanno attirato l'attenzione anche di cacciatori di storie : alcuni giovani produttori genovesi hanno infatti deciso di raccontare con un cortometraggio la loro vicenda.
E forse il filmato potrebbe spingere le amministrazioni a prendere in considerazione una non cruenta e meno drastica soluzione del caso. Perchè non siano sempre gli animali a pagare un prezzo troppo elevato per le insufficienze umane.

per APPROFONDIMENTI :





Post Argomenti correlati Benessere etologico :

Sterilizzazione di cani e gatti : rischi e vantaggi correlati

La salvaguardia delle rondini specie a rischio di estinzione

Circo con gli animali : spettacolo obsoleto basato sull’abuso

L’elevato costo dei farmaci ad uso veterinario

L'evasione di Atena e Rosetta mucche in cerca della libertà

Traffico illegale di cuccioli dall'Est Europa

Cooperazione Italia Austria per il contrasto al traffico illegale di animali



 

Iniziative per una Pasqua esente dal sangue degli agnelli





E' stato fermato al valico di Fernetti in Friuli Venezia Giulia dalla Polizia Stradale e multato per le inidonee condizioni di trasporto un camion con il suo carico di un migliaio, 905, di agnelli ( cuccioli stipati al punto di non avere spazio per muoversi ma quasi neppure per respirare ) destinati al macello nel grossetano.
Un'usanza crudele ed obsoleta provoca infatti, in concomitanza della Pasqua, una vera strage di piccoli di pochi giorni strappati prematuramenbte alle madri per essere uccisi atterriti nei mattatoi dopo aver affrontato un viaggio estenuante.
Mentre le abitudini alimentari degli italiani in occasione dell festività pasquale sembrano mutare. Dai dati diffusi dalla Fipe, Federazione italiana pubblici esercizi, e contestati da Coldiretti, quest'anno aumenteranno ( 1 su 4) i ristoranti che non proporranno piatti con agnello o capretto per il pranzo di Pasqua.
Contemporaneamente si moltiplicano gli appelli per fermare l'annuale massacro. Così dopo l'onorevole Silvio berlusconi anche la Presidente della Camera Laura Boldrini ha adottato, a distanza, due pecorelle di 2 mesi salvandole dalla macellazione.
E le associazioni lanciano campagne e petizioni on line per opporsi al tristissimo rituale mattanza in occasione della ricorrenza pasquale : Animal Equality #SalvaunAgnello con Tullio Solenghi quale testimonial d'eccezione link www.salvaunagnello.com ENPA link su Firmiamo.it .





Post Argomenti correlati La questione dell’animalità e l’attenzione verso il mondo animale :

Uno sviluppo autenticamente sostenibile

Imparare l'arte dell'empatia e della tolleranza

Come un cane ti cambia la vita

Triste conclusione della vicenda dell’orsa KJ2 : sarà rinchiusa o abbattuta

Industria ed allevamento degli animali da pelliccia

E’ legge l’impignorabilità degli animali domestici

Il brutale sfruttamento degli struzzi in Sud Africa

La responsabilità della bellezza

Della crudeltà verso gli animali : condanna per dipendenti ed allevatore di un macello in Spagna

La gaffe della griffe : l’addobbo dell’albero di Natale realizzato da Fendi con palline di vera pelliccia a Monaco di Baviera


Morte di un cacciatore : il veterinario Luciano Ponzetto deceduto durante l’attività venatoria



Il lupo tra caccia programmata e bracconaggio mentre l'ibrido tra pastore tedesco cecoslovacco e lupo è oggetto di un nuovo mercato


Ucciso dai bracconieri il lupo " Claudio" dotato di radiocollare